Guarda chi c'è!

2 ottobre 2014 . CORRIDIOI

#cartolinedaholstebro

Odin2014

Sin dal primo giorno in cui abbiamo messo piede nei luoghi dell’Odin, oltre a percepire un pieno di presenza e storia, ci è subito parso di entrare in una specie di wunderkammer di oggetti e manifesti incredibili, che abbracciavano la storia delle arti performative dai luoghi del mondo più lontani, attraversando allo stesso tempo tutto il teatro del Novecento. Nel corridoio principale che connette camerini e uffici si trovano i manifesti originali degli spettacoli di Mejerchol’d, Grotowski, Brecht (L’opera da tre soldi è il primo a sinistra dall’entrata!!!!), ma anche Living Theatre e Kazuo Ohno, sono ospitati nella biblioteca e sulle altre mura interne del teatro. Ovviamente, al loro fianco, è pieno anche di manifesti e foto degli spettacoli dell’Odin, sia di quelli presentati qui a Holstebro, che in giro per il mondo.
Sulle stesse pareti anche maschere, statuette, tende, libri, tappeti e piccoli altarini ricolmi di oggetti, catturano lo sguardo di chi passa loro affianco, oppure, non si fanno vedere per giorni, e poi, d’improvviso, spuntano fuori e appaiono agli occhi in tutta la loro bellezza. Si potrebbe passare mesi qui dentro soltanto a studiare gli oggetti raccolti, o magari, scriverne un libro indagando le singole storie che li hanno portati fin qui, ascoltando i ricordi di chi gli ha raccolti…
Ecco qualche foto!