BLU_Marocco2012_det1

CONFINI

Calendario

Che cos’è un confine, una frontiera? Cosa rappresenta?
Che significato ha oggi e che significato ha avuto in passato?
In che modo il singolo entra in relazione con i limiti geografici e politici con cui sono organizzate le nostre società?  Che ruolo hanno tali limiti all’interno delle città multietniche in cui viviamo, in quest’Europa attraversata da continui flussi migratori?

I flussi migratori sono al centro del dibattito internazionale, frutto della rapina dei territori per garantire ricchezze a una sola parte del mondo e della parallela predicazione di “guerre sante” o di “civiltà” per il mantenimento dello status quo. Quella in cui ci troviamo ai nostri giorni è una situazione quantomeno delicata, della quale i movimenti nazionalisti più estremi, che predicano chiusura e violenza, approfittano per rispondere nel peggiore dei modi alle preoccupazioni e alle esigenze dei cittadini.

È ancora possibile oggi immaginare un mondo senza confini, senza limiti, senza muri, senza passaggi sorvegliati? Sarà ancora possibile immaginarlo domani?
Cosa significa varcare un confine nazionale? Cosa cambia nello stare al di qua o al di là?

Queste sono alcune delle questioni che vogliamo porci nell’attraversare questo nuovo progetto, assieme ai collaboratori, ai cittadini, agli studiosi e agli spettatori che incontreremo durante il processo creativo.

L’obbiettivo di CONFINI, infatti, non è soltanto la produzione di uno spettacolo, ma la creazione di relazioni, di incontri tra territori e storie, che in tempi e modi diversi si sono confrontate e scontrate con il concetto di confine.

Al momento sono stati fissati i seguenti periodi di residenza:

→ 25 novembre – 12 dicembre 2018, OTSE – Officine Theatrikès Salento Ellàda
con la collaborazione dell’attrice Silvia Lodi

→ 12-28 gennaio 2019, Théâtre National du Luxembourg
con la collaborazione della dramaturg Ruth Heynen, l’autore Ian De Toffoli e ’attore Marco Lorenzini

→ 24 giugno – 7 luglio, 9 – 22 settembre e 10 – 17 ottobre 2019, Teatro della Toscana
con la partecipazione dell’attrice Silvia Pasello e la collaborazione con il centro di ricerca e produzione musicale Tempo Reale
apertura pubblica al Teatro Studio di Scandicci 18-19-20 ottobre 2019

immagine BLU